Smaltimento Eternit no image

Published on aprile 8th, 2012 | by

0

Smaltimento eternit detrazione 36

Smaltire un materiale tossico come l’amianto, più conosciuto con il nome della ditta produttrice, eternit, può rivelarsi essere un’operazione alquanto dispendiosa, e così il nuovo governo Monti ha deciso di facilitare economicamente parlando chiunque debba occuparsi di questo materiale tossico.

Se fino a non molto tempo fa aleggiava ancora il dubbio sulla possibile detraibilità concessa dal neo premier e dai suoi ministri, ormai questa è diventata una splendida realtà.

Infatti per il 2012 è stata confermata, finalmente, la detraibilità per la bonifica dell’amianto del ben 36%. Questa prima agevolazione però non vale per tutti, bensì soltanto per i privati che intendono bonificare la propria abitazione o, in generale, una casa appartenente a un privato cittadino.

Ovviamente però Monti e i suoi ministri non avrebbero potuto ignorare le esigenze delle imprese che, come tutti gli altri in questo paese, devono fare i conti con dei costi maggiorati.

Per loro è stato attivato il bando Inail. Questo è inerente la sicurezza all’interno dei vari stabilimenti, la quale verrà implementata e, all’interno dello stesso bando, i progetti per la rimozione e la bonifica dell’amianto avranno di certo una priorità, stando almeno alle rassicurazioni del governo.

Dati i costi elevati però, era del tutto impossibile che gli imprenditori si accontentassero di così “poco”. Infatti il governo ha previsto un contributo per le imprese, del tutto a fondo perduto, che andrà ad alleviare di ben il 50% la spesa sostenuta per lo smaltimento.

Queste detrazioni però saranno dilazionate in ben 10 anni, e non potranno superare il tetto stabilito di 48.000 euro. Infine, se si vuole usufruire di tali favori per dei lavori effettuati in passato, questi non possono essere stati conclusi dopo il 1998.

Per sapere tutto sulle detrazioni 36 per lo smaltimento dell’eternit continua a seguirci.

Tags:




Back to Top ↑