Smaltimento Eternit

Published on luglio 1st, 2012 | by Iacopo

0

Perchè provvedere alla rimozione dell’eternit

Perchè provvedere alla rimozione dell’eternit. Ogni propietario di un immobile che è provvisto di materiali contenenti amianto, come ad esempio l’eternit, ha l’obbligo, secondo quanto disposto dalla legge, di realizzare la rimozione dell’amianto.

Il perchè è semplice, si tratta di un materiale estremamente nocivo per l’uomo, capace di provocare malattie e tumori all’apparato respiratorio. Ciò ha condotto la normativa italiana, come quella di altri paesi, a vietarne l’estrazione.

Non può rimanere sullo sfondo il problema dello smaltimento dell’amianto già installato sugli immobili. Che, soprattutto se danneggiato, e quindi friabile, produce una abbondanza di piccole particelle pericolose, denominate fibre di amianto.

L’eternit è un materiale composto da cemento amianto, che durante gli anni è stato utilizzato per la produzione di lastre e onduline. Purtroppo ancora presenti sul nostro territorio nazionale.

In base a quanto disposto dal decreto legislativo 257 del 1992, vi sono degli obblighi sia per gli enti pubblici che privati qualora questi presentino materiali contenenti amianto (Decreto legislativo 257/2006 e P.R.A.L. del 17-01-2006).

Lo smaltimento eternit è quindi una procedura che richiede attenzione e professionalità da parte dell’azienda che esegue i lavori. Nella maggior parte dei casi troviamo componenti di eternit sui tetti di edifici e capannoni.

È altamente sconsigliato avventurarsi autonomamente nella rimozione dell’eternit. Mentre nella ricerca di una azienda specializzata possiamo fare riferimento anche a un altro strumento selettivo, l’iscrizione all’Albo azionale Smaltitori. Espressione di una ulteriore forma di credito professionale spendibile sul mercato dei servizi.

Tags:




Back to Top ↑