Smaltimento Eternit no image

Published on giugno 16th, 2012 | by Iacopo

1

Normativa per lo smaltimento eternit

Quale normativa per lo smaltimento eternit è in vigore nel nostro Paese? Il Dlgs. 257/1992 stabilisce gli obblighi per i proprietari di immobili con presenza di materiali contenenti amianto, tra cui gli enti pubblici. Obblighi che poi sono stati confermati dal Dlgs. 257/2006 e dal Piano Regionale Amianto Lombardia (P.R.A.L.) pubblicato in data 17.01.2006.

Ogni proprietario deve notificare alle ASL la presenza di amianto in strutture o luoghi. E poi denunciare una valutazione di rischio del manufatto. Le ASL una volta eseguita la mappatura, procederanno poi all’incrocio tra quanto rilevato e quanto denunciato dai proprietari.

Nel D.Lgs. 5 febbraio 1997, n. 22 sostitusce la precedente classificazione dei rifiuti speciali / tossici e nocivi con la nuova. Questa opera una distinzione in rifiuti pericolosi e non pericolosi. Da ciò deriva che:

  • i rifiuti di costruzioni e demolizioni a base di amianto (Materiali contenenti Amianto in matrice compatta) sono considerati rifiuti speciali non pericolosi
  • i rifiuti di costruzioni e demolizioni a base di materiali isolanti contenenti amianto (Materiali contenenti Amianto in matrice friabile) sono da considerarsi, altrimenti, rifiuti speciali pericolosi

Nell’ambito della CER 2002, entrato in vigore in tutta l’Unione Europea, si hanno delle voci speciale dedicate ai rifiuti contenti amianto.

Secondo la Deliberazione 27 luglio 1984:

  • gli RCA in forma legata (ovvero cemento-amianto, materiali plastici con inglobato l’amianto eccetera) possono essere smaltiti in discariche di 2/A per rifiuti inerti
  • mentre gli RCA in fibra libera (quindi amianto non trattato in matrice cementizia oppure plastica) possono essere smaltiti in discariche 2/B fino a 10.000 mg/kg fibre libere e in discariche 2/C oltre 10.000 mg/kg fibre libere

Ma con i nuovi criteri di accettabilità degli RCA abbiamo un quadro differente:

  • in base alla classificazione dei RCA in pericolosi e non pericolosi vengono conferiti in discarica

Tags:




  • Grazie all’economia di scala, infatti, il pregttoo permettere0 ai cittadini interessati di accedere alla tecnologia fotovoltaica a un costo pif9 vantaggioso rispetto ai normali prezzi di mercato. Sfruttando anche gli incentivi statali previsti per chi produce energia solare, l’installazione degli impianti avverre0 praticamente a costo zero, con un ulteriore occhio di riguardo per chi decidere0 anche di rimuovere eventuali coperture in amianto.

Back to Top ↑