Smaltimento Eternit no image

Published on maggio 29th, 2012 | by Iacopo

0

“Malapolvere”, il libro-inchiesta della giornalista Silvana Mossano

Silvana Mossano da anni si occupa della vicenda Eternit, scrivendo per La Stampa di Alessandria. Quella polverina bianca, ormai, per lei non ha più segreti, ed è proprio per questo che la giornalista ha voluto pubblicare il libro-inc hiesta dal titolo Malapolvere.

Per colpa dell’amianto circa 3 mila persone sono morte per mesotelioma, il tumore alla pleura di cui, purtroppo, al giorno d’oggi non esiste ancora nessuna cura. Fin dagli anni Sessanta era nota la pericolosità della sostanza, ma tutti hanno sempre fatto silenzio, abbassando lo sguardo, per mettere la situazione a tacere.

Situazione che viene descritta per filo e per segno nel libro, che ripercorre le tappe principali dell’eternit, soprannominato dalla Mossano “il polverino micidiale”.

E’ il 2009 quando la Procura di Torino rinvia a giudizio i due proprietari della fabbrica Eternit, una di quelle che ha cercato di confutare le prove di quanto stava accadendo. Trascorrono 3 anni, e nel febbraio del 2012 lo svizzero Stephan Schmidheiny e il belga Louis de Cartier vengono condannati a 16 anni di carcere per il disastro ambientale provocato, che viene indicato come doloso, e per l’omissione volontaria delle cautele antinfortunistiche. Un danno “di elevatissima intensità e tutt’ora in corso”, come si può leggere nella sentenza depositata solo qualche giorno fa.

Questo perchè il mesotelioma è una malattia il cui tempo di incubazione lunghissimo: può anche arrivate a toccare la soglia dei 50 anni. Sul momento non ce ne si accorge, poi, con il passare degli anni, si rischia anche la morte. Tutto questo per il semplice fatto di aver inalato una e una sola fibra di asbesto.

Migliaia le vittime che non ce l’hanno fatta: oltre agli ex lavoratori, anche gente venuta a contatto con la polverina in modo casuale. Come il marito di Silvana Mossato, Marco Giorcelli.

Tags:




Back to Top ↑