Incentivi Fotovoltaico Amianto

Published on settembre 23rd, 2012 | by Iacopo

0

Fotovoltaico e amianto

Fotovoltaico e amianto un binomio virtuoso. La più grande campagna di smaltimento amianto in Italia ha avuto dei costi irrisori per lo Stato e ha prodotto un incalcolabile risparmio dal punto di vista sanitario. Perché si tratta di uno strumento a costo zero?

Si tratta di una funzione importate per i bilanci nazionali. Gli incentivi per la sostituzione dell’amianto con il fotovoltaico derivano da un prelievo della componente A3 della bolletta. In appena tre anni, calcolando il termine rispetto al 31 dicembre 2012, ha permesso di smaltire 12.788.000 metri quadrati di Eternit.

Secondo i dati ancora parziali dei censimenti regionali, si stima che l’intervento abbia portato alla sostituzione del 7-8% dei tetti in amianto del Paese. Nel solo 2011 si è smaltito più amianto che in tutti i vent’anni precedenti.

Dalle previsioni il trend potrebbe continuare nei prossimi 4-5 anni con la sostituzione definitiva dell’amianto presente nelle copertura, a condizione che il premio incentivante resti nella sostanza invariato.

Con gli attuali incentivi, infatti, smaltire l’amianto sostituendolo con il fotovoltaico è decisamente un buon affare. Merito del premio di 5 centesimi a kWh previsto da quarto conto energia, a seconda dei casi, in un periodo tra i 10 e i 20 anni si rientra a pieno dell’investimento complessivo dell’impianto fotovoltaico, del rifacimento del tetto e dello smaltimento a norma di legge dell’Eternit.

L’incentivo ha conseguito un risultato sfuggito a tanti altri strumenti. La legge che ha vietato l’uso dell’amianto disponeva che entro 180 giorni dall’entrata in vigore della norma tutte le Regioni si dotassero di un piano di censimento, bonifica e smaltimento dei materiali contaminati. Senza rilevanti risultati concreti. Assisteremo alla scomparsa dell’amianto dalle superfici del territorio italiano.

Tags:




Back to Top ↑