Smaltimento Eternit no image

Published on febbraio 17th, 2012 | by

0

Contributi per Smaltimento dell’eternit

La normativa vigente in materia di lavorazione e di smaltimento di prodotti contenenti amianto prevede l’erogazione di contributi incentivanti per la rimozione delle coperture in eternit ad uso civile, industriale e artigianale.

Per quanto riguarda i vantaggi di cui il proprietario dell’immobile e della struttura può godere, bisogna fare una distinzione tra l’erogazione di tali contributi per la sola rimozione dell’amianto e gli incentivi riservati a chi sostituisce i tetti in eternit con un impianto fotovoltatico; i primi vengono stanziati da enti locali, comuni e regioni, i secondi rientrano nel cosiddetto “Conto Energia”, sono regolati dal Gestore Servizi Energetici (GSE) e prevedono il riconoscimento di un premio del 10% sulla tariffa incentivante.

Il meccanismo di incentivazione per accedere ai contributi obbliga comunque il proprietario dell’immobile o della struttura (capannoni industriali o agricoli) in cui sono installate le coperture in eternit o contenenti amianto, a farne preventiva segnalazione alla Asl di competenza che deve valutare lo stato delle condizioni dell’installazione (art. 12 legge 257/92).

Per quanto riguarda la rimozione di piccoli quantitativi di amianto o di coperture in eternit, ogni regione ha indetto dei bandi che prevedono l’erogazione di contributi ai privati e ai Comuni.

I contributi riservati ai privati coprono però solo una parte del costo sostenuto; la parte eccedente tale spesa può essere portata in detrazione in sede di dichiarazione dei redditi, permettendo un risparmio del 36% sull’imposta lorda Irpef.

Per conoscere l’importo esatto del contributo massimo erogabile è consigliabile contattare la propria amministrazione comunale delegata dalla regione di appartenenza alla cura degli adempimenti da seguire per la rimozione e lo smaltimento dell’amianto.

Tags:




Back to Top ↑