Smaltimento Eternit

Published on settembre 18th, 2012 | by Iacopo

0

Contaminazione eternit

Quanti e quali sono i siti soggetti alla contaminazione eternit? Secondo il 15esimo Quaderno del ministero della Salute sull’amianto, presentato a Casale Monferrato (Alessandria), in Italia vi sono 34.148 siti con potenziale contaminazione da amianti e 32 milioni di tonnellate di cemento amianto ancora da bonificare.

Rispetto al novero totale dei siti, sostiene il direttore scientifico del Quaderno Giovanni Simonetti, “373 sono classificati di priorità uno, ossia come più pericolosi”. E i numeri potrebbero crescere ancora. Dal conteggio infatti sono stati esulati i dati relativi a Sicilia e Calabria, “Con un completamento della mappatura – ha aggiunto Simonetti – si potrebbe arrivare a 500 siti di massimo rischio”.

Dal dopoguerra alla sua messa al bando, risalente al 1992, spiega ancora il Quaderno del ministero della Salute, l’Italia ha prodotto oltre 3,7 milioni di tonnellate di amianto grezzo. Sulla scorta delle analisi registrate dall’archivio Registro nazionale dei mesoteliomi, la più grave delle malattie correlate all’amianto, vi sono stati 15.845 casi diagnosticati tra il 1993 e il 2008.

Dato il periodo di latenza di questo tumore, il picco deve ancora arrivare, atteso tra il 2015 e il 2020. Anche la politica sembra sensibile alla questione della contaminazione eternit, tanto che il ministro dell’Ambiente Corrado Clini lancia una proposta concreta volta al risanamento ambientale.

“Molte imprese – ha dichiarato il ministro – sanno di avere obblighi di risanamento, che per essere sostenuti richiedono misure di accompagnamento. E queste potrebbero essere per esempio incentivi fiscali. Chi investe sull’ambiente potrebbe avere facilitazioni, come ad esempio il credito di imposta”.

Tags:




Back to Top ↑