Smaltimento Eternit

Published on luglio 10th, 2012 | by Iacopo

0

Come smaltire l’eternit in modo corretto

Come smaltire l’eternit in modo corretto? Con l’entrata in vigore delle nuove norme, lo smaltimento eternit è divenuto obbligatorio. Perché? Si tratta di un materiale ricco di amianto quindi pericoloso per la salute. La sua eliminazione, e successiva sostituzione, richiede particolari attenzioni e procedimenti.

È preferibile provvedere a una puntuale progettazione finalizzata, magari con il supporto di ditte specializzate. Eliminare e sostituire eternit non è affatto semplice e richiede particolari attenzioni e procedimenti.

L’eliminazione autonoma dell’eternit è piuttosto complessa perché si viene esposti a una sostanza pericolosa. La prima cosa fare è contattare il proprio comune e accertarsi della residenza dei luoghi di stoccaggio, in cui depositare l’eternit eliminato dalla propria abitazione. Oppure, se siete più fortunati, potreste godere del servizio di ritiro dell’eternit presso la propria abitazione.

Per poter rimuovere l’eternit sono necessari alcuni strumenti. Indispensabile la mascherina contro l’inalazione di amianto, guanti protettivi, indumenti usa e getta volti alla protezione del corpo, stivali di gomma, stracci bagnati in quantità, spruzzatore di acqua e sacchetti predisposti per la raccolta delle polveri rilasciate.

Va comunque richiesta l’autorizzazione al comune di residenza per la rimozione eternit. Nonché attendere il controllo preventivo da parte dell’azienda sanitaria locale di pertinenza. La richiesta deve contenere, nei dettagli, l’ubicazione del luogo dove avviene la rimozione, la quantità di eternit da eliminare, dati dell’immobile, elementi anagrafici e nominativo del responsabile della rimozione. Mentre se ci si affida a una ditta specializzata, questo iter burocratico sarà a suo carico.

Tags:




Back to Top ↑