Smaltimento Eternit Come riconoscere amianto? In quali forme si trova? L’amianto è un minerale naturale a composizione fibrosa caratterizzato da una particolare resistenza agli acidi e al calore. A partire dal 1992 l’amianto è stato bandito in Italia a causa della sua elevata pericolosità ed è iniziato un piano di bonifica relativo a tutte le aree esposte a manufatti e composti realizzati con parti di amianto. Ma quali sono gli “indicatori” che ci permettono di riconoscere l’amianto? L’amianto si presenta nell’ambiente in tre forme: • allo stato naturale (usato per fabbricare corde, tessuti, indumenti ignifughi ed altri materiali resistenti al calore) • sotto forma di una composizione parzialmente agglomerata (utilizzata per materiali antincendio, pannelli, lastre, tettoie, rivestimenti termoisolanti e guaine per pavimenti) • in uno stato compatto ed abbastanza agglomerato (con il quale vengono fatti isolanti per frizioni, tubature, condotte, guarnizioni per impianti frenanti, manufatti edili, pavimentazioni e simili) I materiali friabili sono più pericolosi di quelli compatti ed agglomerati, poiché sono facilmente degradabili e più esposti a ad erosione e usura. Di conseguenza è necessario fare molta attenzione nel maneggiare manufatti realizzati con amianto a matrice friabile, dato che una minima rottura potrebbe provocare la fuoriuscita di micro-polveri di amianto. Per quanto riguarda invece i manufatti compatti, nei quali è presente una notevole quantità di amianto, è necessario evitare di perforarli. Ogni intervento di rimozione e bonifica deve essere compiuto da personale qualificato e certificato.

Published on giugno 29th, 2014 | by Iacopo

0

Come riconoscere amianto? In quali forme si trova?

Come riconoscere amianto? In quali forme si trova? L’amianto è un minerale naturale a composizione fibrosa caratterizzato da una particolare resistenza agli acidi e al calore. A partire dal 1992 l’amianto è stato bandito in Italia a causa della sua elevata pericolosità ed è iniziato un piano di bonifica relativo a tutte le aree esposte a manufatti e composti realizzati con parti di amianto.

Ma quali sono gli “indicatori” che ci permettono di riconoscere l’amianto?

L’amianto si presenta nell’ambiente in tre forme:

  • allo stato naturale (usato per fabbricare corde, tessuti, indumenti ignifughi ed altri materiali resistenti al calore)
  • sotto forma di una composizione parzialmente agglomerata (utilizzata per materiali antincendio, pannelli, lastre, tettoie, rivestimenti termoisolanti e guaine per pavimenti)
  • in uno stato compatto ed abbastanza agglomerato (con il quale vengono fatti isolanti per frizioni, tubature, condotte, guarnizioni per impianti frenanti, manufatti edili, pavimentazioni e simili)

I materiali friabili sono più pericolosi di quelli compatti ed agglomerati, poiché sono facilmente degradabili e più esposti a ad erosione e usura. Di conseguenza è necessario fare molta attenzione nel maneggiare manufatti realizzati con amianto a matrice friabile, dato che una minima rottura potrebbe provocare la fuoriuscita di micro-polveri di amianto.

Per quanto riguarda invece i manufatti compatti, nei quali è presente una notevole quantità di amianto, è necessario evitare di perforarli. Ogni intervento di rimozione e bonifica deve essere compiuto da personale qualificato e certificato.

Tags:




Back to Top ↑