Smaltimento Eternit

Published on dicembre 12th, 2012 | by Iacopo

0

Allarme amianto in Veneto: Interviene il ministro della Salute

Siamo difronte a un vero e proprio allarme amianto in Veneto. Per sostenere i rischi derivanti da questa minaccia, il ministro della Salute Renato Balduzzi ha espresso il bisogno di incrementare i ritmi relativi all’adozione delle norme stabile da Piano nazionale sull’amianto: «Lo presenterò in gennaio, le risorse economiche ci sono, il mio ministero ha già stanziato fra 22-23 milioni».

L’annuncio è giunto con il concludersi della Seconda conferenza governativa sull’amianto, tenutasi a Venezia. L’incontro ha dato l’opportunità di fornire risposte programmatiche sullo smaltimento, sulle bonifiche e sul trattamento di manufatti contenenti amianto. Secondo le stime elaborate dal ministero, per ogni cittadino veneto abbiamo mezza tonnellata di eternit da smaltire. Un valore record.

Mentre seguendo le analisi del Registro nazionale dei mesoteliomi, nell’arco di 15 anni, i tumori generati da amianto hanno toccato quota 16mila. Ma il picco di malati deve ancora venire, è previsto per il 2015.

Una delle questioni più controverse emerse nella valutazione dei termini di applicazione del Piano nelle Regioni è la discrepanza nei dati su malattie e siti contaminati. «Il nostro ordinamento conosce la possibilità che il governo intervenga in via sostitutiva laddove le cose non vengano fatte. Chi non mette ordine in casa propria – ha chiarito il ministro – va sanzionato e gli strumenti ci sono. Ma per farli valere abbiamo bisogno delle Regioni virtuose, in modo che non ci sia indulgenza verso i negligenti. L’autonomia delle Regioni non può significare irresponsabilità».

Faranno parte del piano diverse proposte innovative, che vanno dall’utilizzo della fibulina come marcatore tumorale predittivo, alla costituzione di una rete internazionale di banche dati di materiale biologico. Passando per la definizione di uno standard nei modelli di presa in carico degli ammalati.

Tags:




Back to Top ↑