Smaltimento Eternit no image

Published on maggio 8th, 2012 | by Iacopo

0

24 aprile 2012: Giornata Mondiale delle vittime dell’amianto

In occasione della Giornata Mondiale delle vittime dell’amianto, lo scorso 24 aprile è stato organizzato un corteo silenzioso per ricordare tutte le vittime dell’eternit, il cui stabilimento più grande d’Europa si trova a Casale.

Di fronte a quello che un tempo era l’ingresso principale della fabbrica, dopo un minuto di raccoglimento, la presidentessa dell’Associazione familiari e vittime dell’amianto, Romana Blasotti, ha ribadito l’importanza della battaglia contro lo smaltimento eternit, affinchè la sua lunga durata di ben 30 anni fa, non sia del tutto vana.

Sono poi intervenuti vari rappresentanti delle associazioni di tutta Italia, in particolare quelle di Bari, che si occupano della ricerca scientifica sulle terapie alternative, e di Bologna, che studiano come sconfiggere la fibra killer.

«Questo luogo liberato dalla fabbrica è il simbolo della rinascita del quartiere e, più ampiamente, della città»

ha ribadito il sindaco Giorgio Demezzi, dopo aver annunciato che là dove sorgeva un tempo il cantiere, verrà creato un parco della memoria. Grande commozione nel momento in cui, sulla rete che circonda lo stabilimento, sono stati posati dei fiori per commemorare chi, in quel posto, ha perso la vita.

La Giornata delle vittime del 2012 è stata inoltre molto significativa, in quanto è la prima che è stata organizzata dopo la sentenza dello scorso 13 febbraio che ha condannato a 16 anni di reclusione i due responsabili di eternit, Stephan Schmidheiny, svizzero, e Louis De Cartier, belga.

Tags:




Back to Top ↑